survival kit per creativiQuesta è davvero una fantastica idea: un kit di sopravvivenza, non dissimile dalle razioni K militari, appositamente progettato per aiutare i creativi a sopravvivere a scadenze stressanti e ad altri eventuali disastri naturali e innaturali legati a questo particolare lavoro.

Se siete dei grafici creativi potete capirci bene: chi lavora per agenzie grafiche e/o agenzie pubblicitarie e di comunicazione si trova spesso ad affrontare situazioni lavorative a sorpresa, situazioni che creano delle vere e proprie emergenze come quando un cliente chiede diverse importanti modifiche poco prima di portare il lavoro in stampa digitale o come quando il computer sul quale state lavorando va in crash appena un secondo prima di salvare il file grafico.

Canadian, uno studio creativo di Phoenix, ha pensato bene di creare un kit di sopravvivenza, progettato appositamente per permettere ai grafici di affrontare scadenze imminenti, presentazioni al cliente ed altri eventi di lavoro stressanti.

Il kit è disponibile in tre pacchetti, ciascuno congegnato per affrontare diverse emergenze: il lavoro straordinario, le presentazioni al cliente e le interruzioni di natura tecnologica (malfunzionamenti del computer, stacco della corrente e altro ancora).

Il kit per il lavoro straordinario è dotato di elementi che dovrebbero aiutare i grafici creativi a mantenere la calma e rimanere concentrati in modo da poter finire il lavoro durante le ore extra. Il kit comprende un sacchetto da 150g di caffè nero colombiana con appositi indicatori per gestire il consumo di caffeina durante le ore straordinarie, una fiaschetta (immaginiamo per sbronzarsi se le cose vanno proprio male), una chiave USB a forma di musicassetta con alcune canzoni, gli auricolari, una stressball, barrette energetiche di burro di arachidi, un badge che dice “Non disturbatemi”, e un libro di Paul Wilson con validi consigli per mantenere la calma.

Il kit per gestire le presentazioni al cliente è dotato invece di accessori che hanno lo scopo di aiutare il grafico a prepararsi e a dare il meglio di se durante questa importante riunione di lavoro. Ci sono matite per prendere appunti, un puntatore laser, due cravattini per aggiungere stile al proprio aspetto nel corso della riunione, un stick antitraspirante e deodorante (ma bisogna essere veramente agitati per doverlo utilizzare), una piccola bottiglia di disinfettante per le mani, tre taccuini Moleskine, un badge per motivare e mantenere il presentatore sicuro di sé, e un libro di Philippe Lebreton e Marie-Claude Nivoix sull’arte di convincere.

Infine il terzo kit serve a gestire emergenze di natura tecnica, sopratutto per continuare a lavorare (hmm!) anche in assenza di energia elettrica in ufficio. Ci sono un mazzo di carte da gioco, un armonica, candele, un paio di calze di lana per mantenere caldo, una torcia a LED, un pacchetto di fiammiferi, una coperta termica, un badge che dice “Niente panico! Tutto andrà bene” e il libro “Il richiamo della foresta” di Jack London per mostrare alle persone che non c’è bisogno di energia elettrica per essere felici.

Questi fantastici Kit di sopravvivenza sono ordinabili sul sito: http://agencysurvivalkits.com/