interior design salotto senapeQuando si arreda un ambiente interno, che sia esso di casa o d’ufficio, è impossibile evitare errori, piccoli o grandi che siano! Misure errate, scarso abbinamento di colori, ma ce ne sono alcuni che sono davvero imperdonabili … o meglio evitabili … ponete subito rimedio!

1. Proporzioni e dimensioni. Per quanto comodo e desiderato, non potete mettere un divano enorme in un soggiorno piccolo o in una sala d’aspetto minuta, stesso discorso vale per il tavolo della cucina o della sala riunioni. Ogni mobile va acquistato tenendo conto delle proporzioni della stanza: grandi mobili fanno apparire gli spazi ancora più piccoli, oltre che diminuirli effettivamente.

2. Passare dalla porta. Domanda banale, ma spesso sottovalutata. Il favoloso mobile che avete acquistato per il vostro spazio interno passerà per la porta? Se no, che alternativa avete per farlo entrare? E a quale costo? Prima dell’acquisto d’impulso, prendete bene le misure!

interior design salotto rosso

3. Quadri troppo alti. Siete in possesso di un meraviglioso quadro o di una fantastica riproduzione realizzata in stampa digitale su tela pittorica, perfetta per il vostro soggiorno o ufficio: attenti all’altezza a cui lo appendete, sempre in linea con lo sguardo.

4. Tappeti, arma a doppio taglio. I tappeti possono trasformare stanze in positivo e in negativo. L’errore più comune è quello di prendere tappeti piccoli: solo coprendo il 70-80% del pavimento riuscirete ad ampliare lo spazio “visivo” della vostra stanza.

5. Attaccare tutto al muro. Armadi, librerie, divani, tutti disposti al muro lasciando il vuoto al centro della stanza. Non sempre guadagnerete spazio in questo modo, anzi il vostro ambiente diventerà più armonioso e completa ponendo qualche mobile al centro: tavoli, sedie, poltrone di design, librerie per dividere gli spazi in modo originale.

interior design ufficio

6. Arredare tutto e subito. Nuovo ambiente, fretta di arredarlo: errore tipico. L’arredamento di una stanza si sviluppa col tempo, la tentazione di avere subito ogni singolo dettaglio è forte. Concentrarsi sul minimo indispensabile è più produttivo e divertente, avrete modo di riempire gli spazi con pezzi unici e di più elevato valore affettivo.

7. Finestre e tende. E’ errore comune sottovalutarle. Per le tende il colore e il tessuto sono fondamentali per gestire al meglio le luci e i colori. Per le finestre potete divertirvi con vetrofanie colorate o semplicemente satinate, ne esistono gia preconfezionate o personalizzabili.

8. I colori sulle pareti. Scegliere una pittura per il muro al negozio e poi scoprire che l’effetto sulla parete è totalmente diverso è frustrante. Prima fate delle prove e lasciate depositare il colore per 24 ore, così che possiate vedere se vi piace l’effetto sia di giorno che di sera.

interior design ufficio

9. Illuminazione a mezzo servizio. La luce è fondamentale in ogni stanza, di solito si sbaglia a valutare il tipo e i punti di illuminazione. Come per le pitture dovete fare delle prove posizionando luci di vario tipo nei vari punti della stanza e capire le necessità. Questa fase è delicata, il colore della pittura, i mobili, i quadri, le tende i tappeti, tutto può influenzare la luminosità dell’ambiente.

10. Ogni stanza uno stile. Sbagliatissimo: cucina moderna e salotto classico? Mai! Tenete un filo conduttore per tutti gli ambienti di casa e dell’ufficio, cercate omogeneità nei colori e attenzione all’effetto arcobaleno: ogni stanza un colore non è quasi mai la scelta migliore.

interior design salotto legno