Da oggi scegliere un supporto rigido su cui stampare diventa semplicissimo con le nostre rubriche dedicate ai materiali di stampa. L’appuntamento di oggi (il primo) è dedicato al Forex.

Sciogliamo immediatamente il primo dubbio semantico: il termine Forex è largamente utilizzato in campo finanziario per indicare il mercato delle valute estere (FOReign EXchange). Nel campo della stampa digitale, il Forex (o Vekaplan) è polivinilcloruro (pvc) espanso.

Forex negozio

Da un punto di vista fisico si presenta come un materiale semirigido, abbastanza economico ed estremamente versatile per la stampa digitale. In forma di pannello risulta discretamente flessibile, ma anche piuttosto delicato e nella stampa digitale su grandi formati è preferibile impiegarlo unitamente a supporti che contribuiscano a conferirne maggiore rigidità (es. pannelli di compensato, strutture di legno, cornici di supporto, opere murarie, ecc). La flessibilità dei pannelli realizzati per la stampa digitale è inversamente proporzionale allo spessore, che può oscillare da 1 a 19 millimetri.

dettaglio forex stampato

E’ un materiale leggero, stabile nell’impiego in ambienti interni ed esterni, presenta una agevole possibilità di lavorazione – manuale o a macchina – per numerose applicazioni in svariati settori: comunicazione, segnaletica, insegne, plastici e modelli, allestimenti punti vendita, scenografie televisive e teatrali, oggettistica promozionale. Nell’ambito della stampa digitale, il Forex è un materiale molto utilizzato per la realizzazione di pannelli pubblicitari, per l’allestimento di stand fieristici e di vetrine, per ingrandimenti fotografici, per insegne e arredo d’interni.

forex pannello stampato per casa

Nell’edilizia viene utilizzato per architettura d’interni, pareti, mobili, rivestimenti di facciate, condotte anticondensa, cappe d’aspirazione e ventilazione; nel settore dell’industria per la produzione di contenitori e rivestimenti per apparecchiature elettriche ed elettroniche, impianti di sviluppo e stampa, giocattoli, mobili, pannelli per porte, rivestimenti per nautica; nel modellismo per riprodurre molteplici oggetti, edifici, accessori.

forex uso modellismo

Tra gli ambiti di utilizzo del Forex vale la pena citare il CosPlay, un fenomeno giapponese che sta dilagando in Italia da circa 10 anni a questa parte. Il termine nasce dalla contrazione delle parole inglesi COStume e PLAY, in pratica interpretare/recitare in costume. Il Forex viene comunemente usato proprio nella realizzazione di costumi, armi, accessori e parti di armatura finalizzate allo scopo, essendo lavorabile a temperature non troppo elevate (es. con una pistola termica) per essere modellato allo scopo. Per gli appassionati del genere non è semplice trovare questo materiale nei negozi, spesso i negozianti non lo conoscono (pur conoscendo il Cosplay), oppure lo conoscono sotto altro nome e non associano … ma chi si occupa di stampe digitali lo conosce molto bene!

forex progetto per armatura

Il Forex è classificato come materiale ignifugo di classe 1. Riprendendo la normativa sulla prevenzione degli incendi (Decreto Ministeriale 26 giugno 1984 e successive modifiche), un materiale completamente ignifugo, cioè incombustibile si definisce di “classe di reazione al fuoco 0”, mentre quelli parzialmente ignifughi si definiscono di “classe di reazione al fuoco 1, 2, 3, 4, 5”. All’aumento della classe corrisponde una maggior facilità nello sviluppo della combustione, quindi il Forex si classifica come materiale con bassissimo livello di combustibilità. Tra l’altro i pannelli Forex sono privi dei seguenti materiali pericolosi: Piombo, Mercurio, Cadmio, Cromo esavalente, Formaldeide, Clorofluorocarbonio, Amianto, Plastificante, Silicone.