emma taylor tales of the seaIn qualità di stampatori digitali, noi di StampaeStampe.it passiamo in rassegna innumerevoli grafiche che non possiamo fare a meno di non notare, anche solo per un istante. A volte però emerge qualche voce fuori dal coro, qualche espressione artistica di particolare rilievo che ci piace condividere con voi. Questa è la volta di Emma Taylor.

Emma Taylor prova una particolare forma di “amore” per i libri, ne è appassionata non solo per le storie che contengono. Il suo apprezzamento è mostrato attraverso l’utilizzo di forbici, di colla e di una tecnica artistica giapponese conosciuta come Kirigami. La carta stampata diventa “letteralmente” uno Storybook tridimensionale.

L’artista utilizza libri, in particolare quelli più antichi, come piattaforma per creare sculture di carta con dettagli incredibili. Le sculture sono accuratamente create usando strisce di carta ricavate dalle pagine del libro e vengono create traendo ispirazione dal libro stesso. Ad esempio ne “Il vento nei salici” troviamo i protagonisti nella loro barca e l’opera di Emma Taylor ricostruisce il mare in modo incredibilmente dettagliato. “La lettura del libro“, dice la Taylor in un’intervista, “è fondamentale per il design, ma l’ispirazione iniziale deriva soprattutto dal vedere il libro e il titolo. Questo lavoro, oltre ad essere meraviglioso, è anche un ottimo pretesto per fermarsi, sedersi e dedicare un pò di tempo alla lettura“.

emma taylor books

Molte delle sue sculture sono supportate da armature di fili semirigidi sotto la carta che viene lasciata nel suo colore naturale, quello delle pagine stampate. I dettagli sono minuziosi, è necessaria un’occhiata da vicino, proprio come la lettura di una storia. Le sculture, gli alberi, le navi, le persone e gli animali sembrano emergere dalle pagine con una vita propria.

emma taylor wind in the willow

L’opera di Emma Taylor non è senza polemiche. Alcuni ritengono che il taglio di un libro equivalga a un atto di vandalismo, i libri devono essere conservati e trattati con riverenza, non importa la loro condizione o l’utilità. Taylor però non è d’accordo, per lei “i libri non scadono (soprattutto quelli disponibili in più copie, quindi antichi ma non rari) e talvolta creando un pezzo d’arte se ne ottiene un modo migliore per celebrare l’importanza di storie che spesso restano a impolverarsi su uno scaffale“.

emma taylor courtship of animals

Seguo giusto un paio di regole quando si tratta di scegliere i libri per i miei pezzi“, dice l’artista, “In primo luogo non uso mai libri che hanno una importanza storica di primo piano. Ovviamente ogni libro ha avuto una parte nella storia per quanto piccola, ma mai utilizzerei una prima edizione o una tiratura limitata. Cerco sempre libri danneggiati in modo grave, laddove nessuno è interessato alla loro riparazione“. Dunque i libri danneggiati e indesiderati conoscono una nuova vita e generano nuovo apprezzamento per le storie in essi narrate.

emma taylor summer readinf ENTIRE

Per chi volesse condividere la sua arte nei proprio ambiente attraverso stampe digitali per la decorazione di interni, Emma Taylor vende le riproduzioni fotografiche delle sue opere d’arte sul suo negozio Etsy.

emma taylor summer reading